Via Benedetto da Maiano, 4 - 50014 Fiesole (Firenze)
+39 055 59163
Pietro il Gottoso
pietro_gottoso-compressor
Pietro il Gottoso

Pietro il Gottoso

Si festeggiano quest’anno esattamente il 14 giugno, i 600 anni dalla nascita di Pietro dei Medici conosciuto anche come Pietro il Pio ma sopratutto come Pietro il Gottoso.

Figlio di Cosimo il Vecchio e padre di Lorenzo il Magnifico, Pietro il gottoso risulta spesso schiacciato tra queste due figure tanto rilevanti per la storia di Firenze, mentre fu un uomo politico e mecenate di notevole importanza.

Si deve infatti a lui il rafforzamento del potere politico del casato dei Medici come il proseguimento dell’attività di mecenatismo iniziata dal padre Cosimo.
In particolare Pietro iniziò l’opera di collezione di oggetti di valore artistico come cammei, arazzi e gemme, oggetti che erano consideranti di grande valore per il prestigio sociale dalle corti europee, proseguì la collezione di libri, si interessò all’arte fiamminga e commissionò importanti opere d’arte e architettoniche.

A Pietro si deve anche l’arrivo del simbolo del Giglio nello stella mediceo.medici_giglio

Luigi XI concesse, come onorificenza, a Pietro di rivestire una delle palle dello stemma mediceo

con gigli d’oro su campo azzurro. Fino a quel momento il giglio era stato il simbolo della sola casa di Angiò.
Da questo giglio francese discende il simbolo fiorentino.

Pietro il Gottoso sposò nel 1444 Lucrezia Tornabuoni con cui condivideva la passione per l’arte e la cultura. Da lei ebbe 7 figli, due dei quali morti subito dopo il parto.
Lucrezia contribuì efficacemente alla crescita culturale della città e all’educazione del figlio Lorenzo conosciuto, poi, come Il Magnifico.

Leave a Reply